ULTIME NOTIZIE VIVICENTRO

Nas: chiuse 11 attività abusive e oscurati 8 siti web

I Carabinieri NAS hanno eseguito il sequestro/sospensione di 8 centri estetici e 3 studi medici/poliambulatori poiché abusivi e/o privi dei requisiti minimi per il funzionamento. Sequestrati 2 apparecchi elettromedicali e, presso studi di medicina estetica, 5 dispositivi per la centrifugazione del siero ematico poiché non autorizzati e/o utilizzati da personale privo di adeguata formazione, nonché 79 confezioni di medicinali e oltre 500 dispositivi medici (garze, siringhe, aghi sterili per tatuaggi ecc.) scaduti di validità e/o illecitamente detenuti

Misura cautelare ad amministratore: sequestrate oltre 300 mila euro

I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina congiuntamente alle Fiamme Gialle della Tenenza di Patti (ME) hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare reale e personale nei confronti di una società attiva nel commercio all’ingrosso di libri e del suo amministratore rappresentante legale, colpito dal divieto di esercitare imprese o uffici direttivi di persone giuridiche per la durata di otto mesi, con contestuale sequestro di denaro e beni per un valore complessivo di oltre 300 mila Euro

Sequestrate 105 tonnellate di grano duro

Oltre 105 tonnellate di grano duro sono state sequestrate in diverse regioni d’Italia dal Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza nel corso di un’operazione di contrasto alla pirateria agroalimentare. Il sequestro ha riguardato diverse regioni d’Italia, Sicilia compresa a Palermo, Caltanissetta e Agrigento. I controlli sono stati svolti dai Nuclei di Polizia Economico Finanziaria di Bari, Potenza, Palermo, Caltanissetta ed Agrigento, dalle Compagnie di Termoli e San Severo e dalla Tenenza di Castellaneta

Associazione “no profit”: non dichiarati oltre 140 mila euro

Nei giorni scorsi, i Finanzieri del 2° Nucleo Operativo Metropolitano del Gruppo di Palermo hanno concluso una verifica fiscale nei confronti di un ente non commerciale. L’associazione “no profit” in realtà svolgeva attività commerciale organizzando eventi a scopo di lucro: redditi non dichiarati per oltre 140 mila euro

Ultime Notizie

5 minori rintracciati alla Stazione di Agrigento

I minori, di età compresa tra 16 e 17 anni, provenienti dal Corno d'Africa, si trovavano in stazione perché intenzionati a raggiungere Palermo con il primo treno utile

Taormina: mega rissa con calci e pugni nel weekend

La rissa è scoppiata a Taormina in pieno centro storico, in Corso Umberto, all’uscita da un locale notturno. Una situazione che sembrerebbe non essere la prima volta sia per gli autori che per il luogo. Un gruppo abbastanza numeroso di ragazzi, ragazze, camerieri e buttafuori se le sono date senza esclusioni di colpi, lanciando bottiglie di vetro, calci e pugni, scagliandosi anche contro le vetrine dei negozi

Estorsione a imprenditore: arrestati moglie e figli di un mafioso all’ergastolo

I Carabinieri di Catania congiuntamente ai colleghi di Paternò (CT) hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 4 persone gravemente indiziate di concorso in estorsione aggravata anche dal ‘metodo mafioso

20.05.22 Sicilia: notizie da Palazzo d’Orleans

Sicilia, da Orleans: 1946-2022, lo Statuto regionale compie 76 anni; Tablet e gps, il 118 diventa più digitale; Via a Palermo alla quarta Fiera del Cavallo; Dati e formazione, benvenuto "Cersep"; A Caltanissetta si produce biometano dai rifiuti; Prevenzione incendi, ecco 10 elicotteri e 90 droni; Covid, contagi giù; A Erice rinascerà il teatro Marrone;  Al via i lavori per il depuratore di Agrigento;  Un reparto oncologico multidisciplinare;  Si lavora alla nuova tangenziale di Agrigento; La Sicilia sbarca al 33° Salone del libro di Torino; Made in Sicily nelle fiere internazionali

Era il 23 maggio 1992 quando alle 17 e 56, ci fu la strage di Capaci

Era il 23 maggio 1992 quando 500 chili di tritolo fanno saltare in aria l’auto su cui viaggia il giudice Falcone, la moglie e 3 uomini di scorta

Festeggiamenti religiosi dei patroni: denunciate 17 persone per maltrattamenti animali

I militari dell’Arma della locale Stazione Carabinieri di San Fratello, a seguito delle prescrizioni imposte anche dalla Questura di Messina e finalizzate al mantenimento dell’Ordine e della Sicurezza pubblica, dopo aver visionato le immagini registrate con l’ausilio di militari della Sezione Operativa della Compagnia di Santo Stefano di Camastra, hanno accertato che, in occasione dello svolgimento dei festeggiamenti annuali “festa dei tre santi” tenutisi presso quel centro, nonostante le prescrizioni imposte, parte dei cavalieri partecipanti alla processione religiosa a dorso di cavalli e successivamente identificati a seguito di analisi delle stesse riprese effettuate, si sono resi responsabili del maltrattamento dei cavalli su cui montavano sottoponendoli a fatiche e sevizie anche mediante l’uso di frustini dando vita a vere e proprie competizioni abusive in un caso, hanno portato alla caduta di un fantino e del suo cavallo da cui ne conseguiva, nelle ore successive, il decesso dell’animale a causa delle ferite riportate

Sequestrate 4mila tonnellate di rifiuti illecitamente trattati: denunciato titolare impianto

I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Catania, all’esito di un servizio volto al contrasto del traffico Illecito di rifiuti in provincia di Catania, hanno sottoposto a sequestro circa 4 mila tonnellate di rifiuti non conformi e illecitamente trattati

Escursionista tedesca soccorsa dal reparto volo della polizia di stato

L’escursionista tedesca è scivolata lungo il sentiero accidentato fratturandosi una caviglia. La donna raggiunta e soccorsa dai poliziotti del Reparto Volo Palermo Boccadifalco, congiuntamente agli operatori del Soccorso Alpino e Speleologico, è stata imbracata, recuperata mediante triangolo di evacuazione ed elitrasportata a Milazzo

Le Notizie più lette

Ladro seriale evade dai domiciliari: arrestato e portato in carcere

I Carabinieri della Stazione di Siracusa Principale hanno arrestato, e portato in carcere, un siracusano di 27 anni già con precedenti per spaccio e furto, sorpreso fuori dalla sua abitazione mentre stava scontando una condanna agli arresti domiciliari

Intensificate nel primo quadrimestre del 2022 le attività dei N.A.S.

A partire dall’inizio del 2022 i Carabinieri del N.a.s. di Palermo hanno incrementato, unitamente ai Comandi territoriali dell’Arma delle province di Palermo, Trapani ed Agrigento, le attività di controllo e monitoraggio, intensificando gli interventi, sia nel settore alimentare che sanitario, allo scopo di prevenire e reprimere condotte illecite, vigilando sul rispetto delle normative a tutela della salute dei cittadini

Furto di energia elettrica: denunciati un uomo ed una donna. Rinvenuto stupefacente

Gli agenti delle Volanti della Questura di Siracusa hanno denunciato un uomo ed una donna per furto di energia elettrica e durante il controllo del territorio hanno rinvenuto stupefacente in una piazza dello spaccio (hashish, marijuana, crack e cocaina)

Corruzione e accesso abusivo alle banche dati: sequestro di tre società di recupero crediti e 16 indagati

I finanzieri del Comando Provinciale di Palermo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari reali emessa dal G.I.P. del Tribunale di Palermo, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un presunto sodalizio criminale, composto da imprenditori e pubblici dipendenti, con base a Palermo ed operante anche in Sardegna, Campania ed Emilia Romagna. Sottoposte a sequestro preventivo tre aziende di recupero crediti con sede in Palermo, Messina e Riccione, nonché disponibilità finanziarie per un valore di oltre 77 mila euro. i titolari delle due società avrebbero corrotto il dipendente dell’INPS di Palermo al fine di reperire informazioni riservate in merito alla posi-zione lavorativa e contributiva di ignari utenti dell’Ente previdenziale, nei cui confronti avevano ricevuto da terzi l’incarico di recuperare dei crediti. Sono stati ricostruiti circa 6000 possibili accessi abusivi effettuati dal funzionario coinvolto nei con-fronti di oltre 800 nominativi. il pubblico funzionario avrebbe ricevuto a titolo di remunerazione, e dunque quale prezzo della corruzione, la somma di circa 17.000 euro. Un dipendente del Comune di Quartu Sant’Elena (CA), che risulterebbe aver ugualmente compiuto numerosi accessi abusivi alle banche dati a lui in uso in ragione del suo lavoro per fornire informazioni riservate. Il titolare della società romagnola avrebbe avviato ulteriori contatti con una ditta di disbrigo pratiche di Messina e con una ditta di investigazioni private di Salerno. Un dipendente dell’INPS, questa volta impiegato presso la sede di Napoli - Soccavo, il quale, in base agli elementi raccolti, avrebbe reperito informazioni riservate tramite numerosi accessi abusivi ai sistemi informatici non solo a favore della suddetta ditta peloritana, ma anche per professionisti e dipendenti di società di consulenza amministrativa campani, ricevendo in cambio somme di denaro

Sequestrati circa 47 kg di droga tra cocaina e hashish ad un catanese a Milano: arrestato

Circa 47 chilogrammi di droga, tra cocaina e hashish, sono stati sequestrati a Milano dai militari della Guardia di Finanza del Comando provinciale di Catania congiuntamente ai Finanzieri del locale gruppo Pronto impiego, nell'ambito di indagini su un traffico internazionale di sostanze stupefacenti, provenienti dalla Spagna e diretti nel nord Italia e in Sicilia: arrestato un 49 anni di Giarre (CT) ma residente a Mascali (CT)

Denunciato per maltrattamenti in famiglia. Provvedimenti di ammonimento a 4 violenti con le compagne

La Polizia di Stato coglie l’occasione per ricordare alle donne vittima di violenza di rivolgersi alle Forze dell’Ordine per ricevere aiuto: denunciato un uomo per maltrattamenti in famiglia a Pachino e notificati a Siracusa 4 provvedimenti di ammonimento nei confronti di uomini violenti con le proprie compagne

Sottoposto alla detenzione domiciliare, ne vìola le prescrizioni e fornisce false generalità: arrestato

I poliziotti delle Volanti hanno proceduto all’arresto di un trentottenne messinese in atto sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, con pregiudizi di polizia per i reati di ricettazione, spaccio, appropriazione indebita, detenzione abusiva di armi, porto di armi od oggetti atti ad offendere e furto

Ance Catania: focus sulla Tangenziale del capoluogo etneo sabato 21 maggio 2022

Un ruolo nevralgico per la città di Catania e per la Sicilia Orientale, ma con tante criticità, legate soprattutto all’imbuto generato nelle ore di punta e al conseguente congestionamento del traffico. Saranno la Tangenziale di Catania e le sue problematiche gli argomenti al centro del prossimo focus organizzato da Ance Catania, al fine di innescare un confronto che porti a delle soluzioni efficaci attuabili in poco tempo. Politici e operatori del settore si incontreranno sabato 21 maggio 2022 – a partire dalle ore 9,30 – presso la sala Ance Catania di viale Vittorio Veneto 109

Autostrade Siciliane e Telepass attivano il cashback per i ritardi

Autostrade Siciliane e Telepass, dopo l’iniziativa che esenta i nuovi utenti di A18 e A20 dal pagamento del canone per 9 mesi, hanno appena attivato un nuovo servizio cashback per tutti i viaggiatori delle autostrade Messina-Palermo e Messina-Catania. Da oggi chi trova lunghe code in autostrada a causa di un incidente riceverà un rimborso del 50% sull’importo del pedaggio, fino a un massimo di 200 euro l’anno per ogni dispositivo Telepass

Altre Notizie

6 misure interdittive e sequestro di beni per oltre 3 milioni di euro a società dello smaltimento rifiuti

La Guardia di Finanza di Caltanissetta, nell’espletamento degli ordinari compiti di polizia economico-finanziaria, nel corso delle indagini preliminari, su richiesta della Procura di Caltanissetta, ha eseguito nei confronti dell’organo direttivo di una nota società di San Cataldo (CL) di raccolta e smaltimento di rifiuti solidi urbani, per il reato di bancarotta fraudolenta, le misure cautelari dell’interdizione dall’esercizio di uffici direttivi ed il sequestro di due opifici emessi

Confisca di beni per 150 milioni di euro a imprenditore “colluso” al sodalizio mafioso

Il Tribunale di Palermo - Sezione Misure di Prevenzione, su richiesta della locale Procura della Repubblica - DDA, ha emesso un decreto di confisca del patrimonio di L. C., cl. ‘66, noto imprenditore operante nel settore della grande distribuzione alimentare, per un valore complessivo di circa 150 milioni di euro, eseguito, con l’operazione ''Schiticchio'', dai finanzieri del Comando Provinciale di Palermo. L’ala protettiva di Cosa Nostra: per scoraggiare la concorrenza anche con atti di danneggiamento; acquisire imprese concorrenti; risolvere le problematiche insorte nella gestione delle sue imprese, comprese quelle relative ai rapporti di lavoro con i dipendenti; dirimere controversie con i propri soci, ottenendo in loro pregiudizio la possibilità di rilevare l’impresa contesa e beneficiando di una dilazione dei pagamenti; evitare il pagamento del pizzo e, grazie alla mediazione della locale famiglia mafiosa, contrattare la “messa a posto” con altre articolazioni del sodalizio mafioso

Teneva in garage oltre 177 chili di droga tra hashish, cocaina e marijuana: arrestato 46enne

Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Catania hanno trovato durante una perquisizione in un garage di proprietà di un 46enne, nel rione Cibali, 176 chilogrammi di hashish, 700 grammi di cocaina e 780 grammi di marijuana, racchiusi in buste di plastica, alcune delle quali sottovuoto. valore complessivo stimabile in almeno 1 milione di euro. Arrestato e condotto in carcere

38enne con precedenti, durante il giro d’Italia, aggredisce, minaccia e investe un poliziotto: denunciato

Nella giornata del 17, agenti del Commissariato di P.S. di Noto, al termine di un’attenta attività investigativa, hanno denunciato un uomo di 38 anni, già conosciuto alle forze di Polizia, per il reato di Lesioni personali, minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto fornire indicazioni sulla propria identità personale

Controlli sulla sicurezza alimentare e sanitaria dei Carabinieri del Nas di Ragusa

L’attività di controllo e contrasto alle attività illecite poste in essere nell’ambito della sicurezza alimentare e sanitaria, avviata dall’inizio del 2022 dai Carabinieri del Nas di Ragusa sui distretti di competenza, ha consentito di riscontrare numerose carenze e violazioni sia di carattere amministrativo che penale. In totale, negli ambiti sopra citati, sono state effettuate 133 ispezioni che hanno consentito di rilevare 14 violazioni penali, 70 illeciti amministrativi, 10 soggetti segnalati all’A.G., 41 alle autorità sanitarie ed amministrative, la chiusura di 8 strutture (di cui 4 sanitarie e 3 ristorative) per un valore complessivo di € 1.600.000,00 ed elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di € 109.300,00

Minorenni deferiti per danneggiamento alle suppellettili che arredano gli spazi interni delle Terme

La Polizia di Stato di Agrigento, nell'ambito dei servizi istituzionali deputati alla prevenzione ed alla repressione dei delitti contro il patrimonio, dapprima dietro denunce presentate da parte dei responsabili delle Terme di Sciacca e successivamente a seguito di specifici servizi svolti d'iniziativa, ha deferito alla Procura della Repubblica di Sciacca ed alla Procura della Repubblica per i Minorenni di Palermo numerosi soggetti resisi responsabili in concorso, a vario titolo, dei reati di danneggiamento aggravato, furto ed invasione di terreni od edifici pubblici, in un arco temporale decorrente da febbraio del corrente anno alta data odierna

Controlli straordinari finalizzati al contrasto dei furti di rame in ambito ferroviario

La Polizia ferroviaria della Sicilia ha svolto i controlli su strada, lungo linea e in 14 centri di raccolta e trattamento di rifiuti speciali e metallici specialmente di rame, dislocati in tutta la regione, verificando il possesso delle autorizzazioni all’esercizio dell’attività ed al trattamento dei materiali nonché il rispetto delle normative ambientali

Infiltrazioni mafiose: arrestato un sindaco, un vicesindaco in carica ed un ex assessore ai lavori pubblici

I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 7 soggetti, indagati, tra cui un sindaco, un vicesindaco ed un ex assessore comunale ai lavori pubblici, per i delitti di associazione a delinquere di stampo mafioso e per diversi episodi di reati contro la Pubblica Amministrazione …”… uno spaccato assolutamente significativo del nuovo modo di “fare mafia”: “un gruppo che, per il suo modus operandi, rappresenta l’evoluzione del modello tradizionale di associazione mafiosa che sfrutta la fama criminale ormai consolidata e che non abbisogna di manifestazioni esteriori di violenza, per intessere relazioni con la politica, le istituzioni, le attività economiche … anche garantendo sostegno ai candidati elettorali in occasione del rinnovo dei rispettivi consigli comunali … il tutto avvenisse attraverso l’imposizione di ditte gradite, per il tramite di amministratori locali compiacenti che, a loro volta, quando non direttamente destinatari di provviste corruttive, ottenevano in cambio sostegno elettorale, così come illustravano le modalità di drenare provviste finanziarie attraverso il sistema delle sovrafatturazioni nei lavori pubblici …”

Fondo per il rilancio delle attività economiche di commercio al dettaglio

Il Fondo per il rilancio delle attività economiche, con una dotazione di 200 milioni di euro per l’anno 2022, è finalizzato alla concessione di aiuti in forma di contributo a fondo perduto a favore delle imprese che svolgono in via prevalente attività di commercio al dettaglio. Le DOMANDE DI ACCESSO ALLE AGEVOLAZIONI POTRANNO ESSERE PRESENTATE dalle ore 12:00 del 3 maggio 2022 e SINO ALLE ORE 12:00 del 24 maggio 2022

Sequestrato patrimonio per 1 milione di euro ad esponente mafioso dei barcellonesi

Operazione della Polizia di Stato e della Procura della Repubblica - DDA presso il Tribunale di Messina: la Divisione Anticrimine di Messina ed il Commissariato P.S. “Barcellona Pozzo di Gotto” hanno eseguito un provvedimento di sequestro emesso ai sensi della normativa antimafia, su proposta congiunta del Procuratore della Repubblica e del Questore di Messina, e avente ad oggetto beni ed attività economiche, per un valore complessivamente stimato di circa 1 milione di Euro. Il provvedimento è stato eseguito nell’odierna mattinata a carico di un noto esponente del sodalizio mafioso dei barcellonesi ed è riferita ad una delle figure di maggiore pericolosità “qualificata” evidenziatasi nel territorio di Barcellona Pozzo di Gotto comune della costa tirrenica messinese

Altre Notizie