Categorie
Ultime Notizie

Rinvenuti e sequestrati un coltello e una pistola compatibili con i casi di omicidio oggetto d’indagine

I Carabinieri della Compagnia di Noto (SR) insieme ai colleghi della Stazione di Avola (SR), impegnati nelle indagini su recenti fatti di sangue avvenuti nella provincia siracusana, hanno rinvenuto e sequestrati un coltello e una pistola compatibili con i casi di omicidio oggetto d’indagine

NOTO E AVOLA (SR). UN COLTELLO E UNA PISTOLA sEQUESTRATi DAI CARABINIERI. INDAGINI IN CORSO.

I militari dei reparti dipendenti dalla Compagnia Carabinieri di Noto sono impegnati nelle indagini volte a fare chiarezza sui recenti fatti di sangue, avvenuti nell’area sud di questa provincia.

Le investigazioni, sebbene i presunti autori dei reati siano stati già identificati, continuano serrate sotto la direzione della Procura della Repubblica di Siracusa.

Nell’ambito di tali attività, infatti, i militari del Nucleo Operativo di Noto hanno rinvenuto un coltello che si ritiene possa essere quello utilizzato il 9 aprile 2022 allorquando un bracciante tunisino è deceduto nelle serre di Contrada Luparello.

I militari della Stazione Carabinieri di Avola, invece, nell’ambito delle indagini relative al ferimento di due persone a colpi d’arma da fuoco lo scorso 13 marzo 2022, hanno rinvenuto in un terreno di via Platone, vicino ai binari della ferrovia, una pistola compatibile con quella utilizzata dai presunti aggressori.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Siracusa le armi verranno inviate ai Carabinieri del R.I.S. di Messina per le analisi forensi.

AVOLA (SR). I CARABINIERI ARRESTANO UN GIOVANE PER EVASIONE.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Noto hanno arrestato un polacco di circa 20 anni a seguito dell’evasione commessa dallo stesso poichè si allontanava dalla propria abitazione ove era ristretto agli arresti domiciliari. Il giovane è rientrato in casa dopo venti minuti dall’arrivo dei militari è pertanto è stato arrestato e risottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Total
3
Share