Categorie
Ultime Notizie

Arrestato riberese per espiazione pena. Denunciati titolare e legale rappresentante di struttura ricettiva

Gli agenti del Commissariato di Licata hanno arrestato per espiazione pena, un riberese 35enne già domiciliari presso una comunità per maltrattamenti in famiglia, estorsione resistenza a Pubblico Ufficiale. Ancora i poliziotti di Licata hanno denunciato il titolare e il legale rappresentante di una struttura ricettiva per omessa comunicazione alla P.S. dei dati degli ospiti

LICATA (AG): ARRESTATO UN RIBERESE PER ESPIAZIONE PENA

In data 27 aprile 2022, in Licata, agenti del Commissariato di P.S. Licata traevano in arresto un riberese trentacinquenne, in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso una comunità di Licata, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Agrigento – Ufficio Esecuzioni Penali. Il predetto infatti dovrà espiare la pena di anni 6 e 2 mesi di reclusione per un cumulo di pene per reati di maltrattamenti in famiglia, estorsione resistenza a Pubblico Ufficiale. Al termine delle formalità l’uomo veniva tradotto presso la casa circondariale di Agrigento.

LICATA (AG): DENUNCIATI TITOLARE E LEGALE RAPPRESENTANTE DI STRUTTURA RICETTIVA

Nelle giornate scorse in Licata la Polizia di Stato deferiva in stato di libertà 2 persone.

Nel corso di un servizio di verifica delle strutture ricettive registrate nel portale Alloggiati Web della Polizia di Stato, personale del Commissariato individuava una struttura con utenza scaduta di validità. Tuttavia, dalla consultazione internet del sito, il personale operante riscontrava la pubblicazione di annunci pubblicitari attuali con foto e offerte relative alla struttura anzidetta.

Atteso quanto sopra, gli agenti del Commissariato si recavano presso la succitata struttura ricettiva che trovavano aperta ed all’interno riscontravano la presenza di tre ospiti non ancora registrati sul portale degli alloggiati.

Pertanto, ritenuto che a carico del titolare e del legale rappresentante, sussistessero gravi indizi di colpevolezza in ordine alla violazione dell’art.109 TULPS, gli uomini del commissariato deferivano all’A.G. i due soggetti per l’ipotesi di reato dell’inosservanza all’obbligo di inviare all’autorità di P.S. i dati degli ospiti di strutture ricettive.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Total
27
Share