Categorie
Cronaca

Dal domiciliare al carcere dopo la condanna. In carcere per evasione dal domiciliare

In data 26.03.2022, in Licata (AG), la Polizia di Stato ha eseguito un provvedimento di “sottoposizione alla misura alternativa della detenzione domiciliare” di S.C., licatese classe 1989.

La predetta misura alternativa veniva emessa a seguito di condanna alla pena di mesi 5 di reclusione, sentenza di condanna emessa da Tribunale di Agrigento, poiché riconosciuto colpevole per i reati di atti persecutori e lesioni personali aggravate. La persona, dopo le formalità di rito, veniva accompagnato presso il luogo di espiazione della misura alternativa.

In data 24.03.2022, in Licata (AG), la Polizia di Stato ha dato esecuzione a Decreto di Sospensione della Misura Alternativa alla Detenzione Domiciliare” nei confronti di I.P.G., licatese classe 1953, già detenuto domiciliare con applicato “braccialetto elettronico”; questi nei giorni scorsi era stato denunciato dagli uomini del Commissariato di P.S. di Licata per il reato di evasione e a seguito di ciò scaturiva tale aggravamento della pena. Il soggetto veniva accompagnato presso la Casa Circondariale “Pasquale Di Lorenzo”.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Total
0
Share