Categorie
Cronaca

Oltre mille profumi griffati di dubbia provenienza, valore 50 mila euro, rinvenuti in un appartamento

Ricettazione e contraffazione sono i reati contestati dalla Polizia di Stato di Messina ad una coppia di messinesi trovata in possesso di oltre un migliaio di profumi pronti ad essere smerciati.

Eau de parfum delle più note e costose griffe stavano ben catalogate nella cucina e nel terrazzo della coppia sottoposta a verifica domiciliare. Valore approssimativo della merce rinvenuta una volta immessa sul mercato circa 50.000 euro.

Interrogati dai poliziotti delle Volanti sulla provenienza dei 1202 flaconi, i due non hanno saputo fornire documentazione alcuna attestante la lecita provenienza.

Ulteriori verifiche della Squadra Volante hanno permesso di appurare che le costose bottigliette riportanti marchi prestigiosi erano pubblicizzate on line su una pagina Facebook riconducibile alla coppia.

Sequestrato dunque il costoso campionario di profumi nonché il materiale per il confezionamento.

Ci siamo occupati di un caso similare accaduto nell’agrigentino in un recente articolo “14 Marzo 2022 … Denunciato 54enne favarese che in auto aveva parecchie confezioni di profumi tester senza avere fornito una spiegazione …”.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Total
0
Share